TARANTO – Sono in corso di pubblicazione, sul sito istituzionale del Comune di Taranto, i dati mensili sulla mortalità disaggregati per quartiere.

È la prima risposta rispetto agli impegni che il Sindaco Rinaldo Melucci ha preso con i cittadini che lo scorso 8 marzo a Palazzo di Città espressero esigenza di ulteriori presidi sulla vicenda sanitaria. L’ufficio statistica si è prontamente attivato per elaborare i dati che vengono raccolti in forma aggregata.

“Voglio precisare – dice l’assessore Castronovi – che questi dati sono disaggregati per quartiere, ma non si riferiscono a patologie specifiche per cui al loro interno sono comprese tutte le cause di mortalità. Questo per non creare ulteriori allarmismi è per confermare l’approccio scientifico che questa amministrazione vuole dare alla questione”

L’Amministrazione comunale continua a seguire con estrema attenzione la vicenda dei dati diffusi, ed ora meglio commentati da un punto di vista tecnico-scientifico, dopo i recenti tavoli tenuti dagli organismi tecnici, sulla qualità dell’aria e, in generale, sulle condizioni dell’ambiente a Taranto.

Dopo aver condiviso, nei giorni di maggior preoccupazione, con alcune rappresentanze di cittadini ed associazioni una possibile road map volta al rafforzamento dei presidi sanitari a tutto tondo, il Sindaco Melucci ha trasmesso nella giornata di ieri una proposta di rapida istituzione di un Osservatorio Permanente della Salute all’Asl di Taranto ed ai Sindaci dei Comuni dell’Area di Crisi Complessa, da estendersi eventualmente alla partecipazione di altri autorevoli organismi istituzionali, su tutti l’Istituto Superiore di Sanità.

Inoltre, recependo le istanze provenienti da Organizzazioni sindacali ed altri corpi intermedi del territorio ionico, il Sindaco Melucci ha provveduto anche a trasmettere al Ministero dell’Ambiente una nota ove si richiede il trasferimento in pianta stabile a Taranto dell’Osservatorio istituito dal Dpcm del 29 settembre 2017, incaricato di monitorare le fasi di attuazione della vigente Aia dello stabilimento siderurgico. Quanto sopra nell’ottica di un migliore accesso della comunità ionica tutta al lavoro che si sta compiendo nei vari livelli istituzionali.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento