Aule, corridoi e bagni allagati: questa è la situazione nella quale versa il plesso del “I.I.S.S. Majorana” nel quartiere San Paolo di Bari.

“Ci troviamo a denunciare l’ennesimo disastro relativo all’edilizia scolastica: la situazione nelle scuole di Bari e Provincia è drammatica. Da anni denunciamo le condizioni pessime nelle quali versano le nostre scuole, non possiamo più attendere per ricevere delle risposte dagli organi competenti.” afferma Davide Lavermicocca, coordinatore dell’Unione degli Studenti Bari.

“Nel nostro istituto si riscontrano continue infiltrazioni nelle aule, nei corridoi e nei bagni vicino i quadri elettrici. La situazione è grave, non è possibile continuare ad entrare in una scuola non sicura. Oggi ci siamo riuniti in assemblea, sin dall’orario di inizio delle lezioni, all’esterno del plesso scolastico per discutere della nostra situazione precaria nell’Istituto. Continueremo la mobilitazione fino a quando non riceveremo risposte dalla Città Metropolitana.” dichiara Francesco Cantalice, studente dell’Istituto Majorana di Bari.

“Non possiamo tollerare che il problema venga ancora ignorato. La Città Metropolitana solo oggi, dopo la dura risposta degli studenti dell’istituto, mostra un timido interessamento, ancora non apprezzabile come congruo. Le mobilitazioni dei ragazzi del Majorana sono emblematiche di come i disagi relativi agli annosi problemi collegati all’edilizia scolastica sono diffusi tra la popolazione studentesca barese. Pretendiamo risposte immediate dagli organi competenti, gli studenti e le studentesse hanno diritto a vivere e studiare in un luogo sicuro.” conclude Davide Lavermicocca.

Comunicato Stampa

© 2016, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento