GINOSA – E’ stato sottoscritto ieri 13 giugno presso gli Uffici della Regione Puglia il Disciplinare con il quale è stato ufficializzato l’importo pari a 2.900.000 euro per la realizzazione dell’intervento di “Mitigazione del rischio geomorfologico nell’abitato di Ginosa – Stralcio I Centro Storico Zona A’’ a beneficio del Comune di Ginosa.
Si tratta di un progetto riguardante direttamente il centro abitato relativo all’area di Via Matrice, interamente finanziato e definito “urgente, indifferibile e prioritario’’.

Presenti al momento della firma il Sindaco Vito Parisi, l’Assessore al Centro Storico Emiliana Bitetti e il Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Ginosa Cosimo Venneri.

Il cronoprogramma prevede l’approvazione della progettazione funzionale all’attivazione delle procedure per l’affidamento dei lavori nel rispetto delle vigenti normative in materia di appalti pubblici entro, e non oltre,  i successivi 210 giorni, l’avvio della procedura per l’affidamento dei lavori entro i successivi 30 giorni, assunzione obbligazione giuridicamente vincolante per l’affidamento dei lavori entro i successivi 120 giorni e completamento delle attività entro il 31 dicembre 2021.


<<Uno step fondamentale per il consolidamento di una via nevralgica del nostro centro storico e il suo recupero – hanno dichiarato il Primo Cittadino e l’Assessore – con questa sottoscrizione, infatti, ci impegniamo a rispettare scadenze tassative.

Doverosi sono i ringraziamenti all’Assessore Regionale Giannini e al Dott. Formisano, Dirigente dell’Ufficio Difesa del Suolo, per l’attenzione e la collaborazione garantita in questi mesi.

In questi giorni stiamo lavorando a pieno regime per portare avanti tutte le programmazioni previste nell’ambito dei molteplici finanziamenti acquisiti. Non possiamo permettere che tutti questi sforzi e risultati di soli tre anni di lavoro vengano vanificati dagli strumentali osteggiamenti che questa Amministrazione sta subendo>>.

Nel frattempo, proseguono i lavori inerenti al centro storico, tra cui l’adeguamento di acqua e fogna in determinate zone e le analisi del Nucleo Tecnico di Coordinamento, che si riunirà nei prossimi giorni.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento