TARANTO – Nei giorni scorsi, la Squadra Volante, impegnata nei consueti servizi di controllo del territorio tra via Anfiteatro e via D’Aquino, nota un uomo a bordo di una bicicletta, vestito con abiti scuri e con un cappuccio calzato, che trasportava una seconda bicicletta. Essendo quasi le quattro del mattino e insospettiti dalla strana figura, gli operatori decidono di fermarlo e di procedere ad un controllo.

L’uomo, un tarantino di 35 anni, privo di documenti, ha riferito di essere uscito da poco dalla pizzeria, di proprietà di sua nonna, dove presa la sua attività lavorativa. In merito alle bici, lo stesso, con le mani unte di una sostanza di colore nero, ha riferito che la bici da uomo era di sua proprietà, quella da donna di sua nonna.

Non convincendo le giustificazioni dell’uomo, gli operatori hanno deciso di procedere ad una perquisizione personale sul posto che ha dato esito positivo. Indosso al soggetto, sono stati rinvenuti due cacciaviti di 25 e di 17 cm; uno scalpello in ferro di 29,3 cm; una tronchesina di 16,5 cm ed una torcia di 8,7 cm. Ovviamente, in merito a questi arnesi non era in grado di fornire una plausibile spiegazione, posti sotto sequestro.

Pertanto, all’esito delle formalità di rito, il trentacinquenne è stato deferito in stato di libertà per il reato di possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli.

In merito alle due biciclette, chiunque abbia subito il furto di una Muntain Bike da uomo 24”, marca JumperTrek, Modello Phyton o di una Bicicletta da donna 24”, marca Cinzia, Modello Liberty Girl si può rivolgere all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura.

—————————

Nella mattina ieri, la Squadra Volante ha denunciato un trentenne per guida in stato di ebbrezza ed un ventenne per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il gestore di un bar di Via Cesare battisti allerta la Sala Operativa per la presenza, all’interno del suo bar, di due giovani, in evidente stato di ubriachezza, che infastidivano i clienti.

Nelle more dell’arrivo del personale, l’Opel Corsa di colore grigio metallizzato chiaro si era allontanata da poco e, come riferito dal segnalante, il conducente indossava giacca e pantaloni in jeans mentre il passeggero una tuta di colore nero e cappellino da baseball di colore rosso.

Diramate immediatamente le ricerche della vettura, i due soggetti sono stati intercettati e bloccati in Viale Magna Grecia e, sin dalla prima osservazione, si è avuta conferma del loro effettivo stato di ubriachezza. Tant’è che il passeggero, in preda agli effetti dell’alcool, ha cominciato a dare in escandescenza, rifiutando di sottoporsi al controllo di polizia.

Una volta riportati alla calma, negli uffici della Questura, il conducente dell’auto è stato sottoposto alla verifica del tasso alcoolemico nel sangue, evidenziando un tasso di 1,84 g/l. pertanto, veniva denunciato per guida in stato di ebbrezza con contestuale ritiro della patente.

Il passeggero, identificato attraverso i rilievi fotodattiloscopici, è stato denunciato per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e per lesioni personali.




© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento