GROTTAGLIE – Ieri sera, intorno alle ore 20,00, la Squadra Volante del Commissariato di Grottaglie è intervenuta in soccorso di una signora preoccupata e scossa a causa delle continue minacce del figlio 43enne, avvocato, nel richiedere continuamente ingenti somme di denaro.

In particolare, nella serata di ieri, la Sala Operativa del Commissariato viene allertata dal padre perché il figlio, rientrando a casa attraverso i balconi che collegano il negozio di parrucchiera alla abitazione, aveva cominciato ad offendere ed inveire contro la madre.

I genitori hanno riferito agli operatori, già impegnati nei giorni scorsi per episodi simili, che avevano spostato i risparmi su un altro conto corrente perché si erano accorti di vari ammanchi sul conto corrente precedente.

Probabilmente questo gesto ha provocato l’ennesimo atteggiamento violento del figlio che pretendeva la somma di 40.000,00 euro, minacciando di bruciare la casa con la mamma e di uccidere il padre con un coltello.

Dopo aver accertato compiutamente i fatti ed aver riscontrato lo stato di ansia provocato alla signora per i continui violenti comportamenti del figlio, i poliziotti hanno fermato il 43enne e lo hanno tratto in arresto per il reato di estorsione.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento