TARANTO – Comunicato stampa del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini:

“I sindacati hanno dato sette giorni di tempo ai vertici della struttura e alla Asl di Taranto per ottenere delle risposte, ma io non intendo aspettare un giorno di più, per questo, appresa la notizia, mi sono attivato con l’assessore al Lavoro, Sebastiano Leo,  perché ho la sensazione che della vertenza “Cittadella della Carità” di Taranto la Regione Puglia sia poco interessata o informata. Al più presto lo farò anche con l’assessore alla sanità, Emiliano, anche se ho la sensazione peggiore, ovvero che il presidente sia più impegnato a fare campagna elettorale che a risolvere i problemi dei pugliesi.

I dipendenti della struttura socio-sanitaria, fondamentale per il territorio, non percepiscono da due mesi gli stipendi. Molte famiglie sono in difficoltà in un contesto già fortemente disagiato economicamente. Non solo, ma se allo scadere dell’ultimatum dei sindacati non si avranno risposte e il personale entrerà in agitazione, altre famiglie potrebbero essere in gravi difficoltà per i mancati trattamenti sanitari dei loro familiari. Insomma, è necessario che la Regione Puglia, assessore alla Sanità in primis, ma tutta la giunta si attivi con la Asl di Taranto per scongiurare quest’ennesima vertenza tarantina.”

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento