TARANTO – “Sono qui oggi per dire che ieri in consiglio dei ministri abbiano abolito l’immunità penale che permetteva ai vertici di Ilva di poter godere di alcune esimenti legate a reati ambientali e legate ad alcuni reati odiosi che hanno fatto tanto male ai cittadini di Taranto. Non è una vittoria del Governo, è una vittoria dei tarantini. Oggi la notizia rilevante è che nel decreto crescita viene introdotta una norma che abolisce l’immunità penale – “esimente penale” – che doveva durare altri 4 anni e mezzo e che da agosto cesserà di esistere”. 
Così il vicepremier Di Maio, si è espresso al termine della riunione del tavolo permanente per il Contratto istituzionale di Sviluppo (Cis), annunciando l’intenzione di tornare nel capoluogo ionico a giugno per effettuare le verifiche sull’impiego dei fondi economici stanziati e, ancora inutilizzati : “Sono oltre un miliardo di euro che non si stanno spendendo. Tornerò qui il 24 giugno per verificare vedendo come si stanno spendendo i soldi stanziati”

Intanto, intorno alla prefettura è in corso un sit-in di cittadini e ambientalisti che protestano al di là della zona delimitata. Nel pomeriggio il vicepremier incontrerà le associazioni ambientaliste per un congfronto sul tema salute/ambiente.

(Ph Ansa)

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento