Sulla Murgia dei trulli a 600 metri dal livello del mare, immersa in un vasto bosco di querce e lecci sorge la Masseria Chiancone, tra le migliori masserie in Puglia, costruita nel 1600 come azienda agricola fortificata. Una volta, il corpo principale era adibito a casa patronale, casa del massaro con adiacenti locali per l’allevamento del bestiame e deposito foraggio. Il 2006 è l’anno di apertura dopo una lunga ristrutturazione durata ben cinque anni ed effettuata dal noto notaio martinese Luca Torricella. La ristrutturazione ha valorizzato il podere. La stalla dei bovini si è trasformata in una accogliente Reception, Hall e Bar. La casa del Massaro in Sala lettura, Sala camino e piccole sale riunioni. Ovunque si respira il profumo dei lecci, dell’alloro, della macchia mediterranea che penetra dalle ampie finestre. Pranzare nei trulli di una masseria in Puglia è un momento di grande intimità che rimanda indietro nel tempo, in quella che fu l’antica civiltà contadina di questa parte della Puglia. Ci troviamo nel territorio di Martina Franca in provincia di Taranto, anche se dalla capitale della Valle d’Iria dista 6 km, mentre da Taranto 27 Km e 70 da Matera. Mario Torricella è il General Manager della struttura, coadiuvato dalle sorelle Grazia e Giorgia.  Ci accorgiamo immediatamente di essere immersi nella vastità della struttura, un vero e proprio angolo di paradiso dove trascorrere un WEEK END BENESSERE IN PUGLIA, passeggiando tra i profumi di boschi, inalando i suoi numerosi profumi che aiutano la respirazione e consentono di rigenerarsi in assoluto relax in una masseria pugliese scrupolosamente curata in ogni particolare. La conduzione denota grande professionalità in ogni particolare. Dovendo trovare un termine appropriato per definire il posto diremmo ‘Magico’. Circa cinquanta camere dove se qualcuno mette la sveglia ha la sicurezza di essere costretto ad interrompere un sonno profondo e ristoratore.

Mario Torricella General Manager Masseria Chiancone

Mario Torricella, camere studiate per sonni profondi e rigeneranti…

L’interno delle stanze della Masseria Chiancone
Masseria Chiancone l’albergo nei trulli

“Intorno a questo enorme scenario naturale sono state costruite le cinquanta camere confortevoli soprattutto per un week end romantico in puglia, un lavoraccio durato cinque anni, sotto il controllo scrupoloso di mio padre che con grande passione ha seguito tutte le fasi dei lavori, praticamente dalla mattina alle cinque, fino a quando calava il buio. Tutto questo fino a quando la struttura è entrata nel mercato internazionale del turismo e lo ha fatto nel migliore dei modi.  E’ stato determinante l’esplosione della Puglia soprattutto nel mercato turistico estero”.

Tra la suggestiva vegetazione della Masseria Chiancone, tanti animali

E’ stato difficile far emergere questa tipologia di struttura in valle d’ Itria?

Non è stata difficile strutturarla a livello turistico, in quanto gestivamo ieri come oggi già lo Hyencos Hotels, un punto ricercato del Salento a Marina di Ugento. Un mercato certamente diverso è quello della Masseria Chiancone, in quanto la Valle d’ Itria ha una vocazione turistica diversa da quella balneare, fatta di esperienze paesaggistiche ed enogastronomiche e rivolto soprattutto al mercato estero

Una bella sfida, anche se siete stati aiutati da una struttura eccellente, in un paesaggio incantevole, sommerso nella natura. Dell’apparentemente isolamento ne avete fatto un punto di forza

La bellissima piscina della Masseria Chiancone

“Sicuramente. Relax e natura sono le due parole che ci contraddistinguono, ma sicuramente è da aggiungersene un’altra: il servizio esclusivo. Per quanto riguarda la programmazione ci siamo trovati un mondo turistico che corre veloce, in maniera pazzesca. Ogni giorno devi capire come funziona e non è facile per chi ha come priorità l’accoglienza del cliente, coordinare tutti i reparti, senza contare che ci siamo dovuti istruire su leggi nuove, autorizzazioni, e disposizioni Europee”

Praticamente il concetto masseria è rimasto integro in questo luogo?

“E’ un altro punto a nostro vantaggio, in quanto è pur vero che è un albergo, ma abbiamo mantenuto determinate caratteristiche oltre alle location. Abbiamo solo ripulito e rese fruibili quelle che erano le esigenze di una struttura ricettiva, rendendo la casa patronale con gli annessi autentici trulli luogo di conviviale accoglienza e di eccellenza gastronomica. Ma tutta intorno, la masseria è molto viva, con animali di diverse razze: dalla galline alle oche, agli asini, ai maiali e i daini. Sono questi i nostri punti di forza, grazie alla vegetazione che ci circonda. Poi c’è un piccolo orto, dove i clienti possono apprendere come si coltiva e qualcosina dei prodotti coltivati direttamente da noi la portiamo anche a tavola”

La struttura, proprio per le sue peculiarità osserva determinati periodi di apertura

Il suggestivo ristorante nei trulli della Masseria Chiancone

“L’albergo in una delle più belle masserie in puglia è aperto da Marzo ad Ottobre. Durante tutto l’inverno facciamo eventi, compleanni, banchetti. Il ristorante è aperto tutti i sabato e le domeniche con menu alla carta e naturalmente durante le festività”

Ogni evento alla Masseria Chiancone è una splendida storia

La clientele straniera prevalentemente da dove arriva?

“Francofoni, Belgio, nordeuropea, insomma un po’ dappertutto. Sicuramente da noi viene chi cerca la tranquillità. La Puglia è molto ricercata per l’enogastronomia, il buon vino e l’accoglienza per gli ospiti”

I ricevimenti esclusivi sono un altro fiore all’occhiello della Masseria Chiancone, soprattutto i matrimoni. Quanti invitati potete ospitare?

“Circa 160 persone”

Un matrimonio indimenticabile alla Masseria Chiancone

I vostri menu sono piuttosto ricercati

“Solitamente lavoriamo con un menù del giorno e un menù alla carta che si attesta mediamente sui trenta / trentacinque euro”

Piatti tipici gourmet della Masseria Chiancone
I prodotti tipici dell’enogastronomia pugliese come il capocollo di Martina Franca

A Pasqua e Pasquetta praticamente siete quasi al sold out, quale mèta più appropriata per una giornata a stretto contatto con la natura, poi ci sono i ponti del 25 aprile e primo maggio?

“Si, siamo quasi pieni, la formula di un buon menù e ottima ospitalità creano un ottimo connubio.  Ogni festività offre un soggiorno unico ed indimenticabile come il Capodanno in Masseria, la Pasqua in Puglia, la vacanza in Puglia, da dove spostarsi per Matera la Capitale Europea della Cultura, Taranto la Città d’Arte, Martina Franca la capitale della Valle d’Itria con il  festival della Valle d’Itria tra i più famosi al mondo, le Grotte di Castellana, i trulli di Alberobello patrimonio Mondiale UNESCO oltre a numerosi altri itinerari che rendono straordinaria la propria vacanza in Puglia

Il Festival della Valle d’Itria tra i più famosi al mondo
La splendida Martina Franca città barocca

Una cucina in sintonia con l’ambiente

“Puntiamo sui prodotti enogastronomici pugliesi naturali e semplici, non abbiamo una cucina elaborata anche perché, con la materia prima che abbiamo, necessariamente dobbiamo usare questi prodotti, però ben amalgamati e rappresentati. Facciamo una cucina tradizionale e ben curata”.

Voi siete presenti a tutti gli appuntamenti europei di promozione turistica, che stagione avremo quest’anno in Puglia?

“Sarà un buon anno, nonostante alcune avversità macro economiche.  La Puglia ha un ottimo appeal e una buona mano ce la sta dando anche la vicina Capitale della Cultura 2019, Matera. Un altro dato da non sottovalutare è che molti clienti, anche gruppi organizzati, ci chiedono informazioni sulla città di Taranto.  Prima le domande riguardavano soprattutto Alberobello, Ostuni, Cisternino e Fasano.  Ultimamente abbiamo avuto un gruppo nordeuropeo che, pur non avendolo in programma, ha chiesto espressamente di visitare il capoluogo Ionico giudicato da molti tesoro storico e architettonico da salvaguardare”

Un sogno nel cassetto

Poter realizzare unità abitative totaly green all’ interno dei nostri boschi, magari sugli alberi.” 

Questa è la Masseria Chiancone, lasciatevi contagiare dai profumi della vegetazione ed i sapori della cucina. Dormire in questo posto serve anche a rigenerarsi.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento