FOGGIA – Ricorre quest’anno il 75° anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, vile atto di ritorsione nazista nei confronti della popolazione civile e dei militari italiani, commesso nel vano tentativo di indebolire il movimento di liberazione e la lotta partigiana. Tra le 335 vittime della barbarie c’erano anche alcuni nostri conterranei, tra i quali il foggiano Nicola Stame, partigiano e tenore lirico, insignito della Medaglia d’argento al valor militare, alla cui memoria il capoluogo ha dedicato un cippo, collocato nel giardino di Piazzale Italia, in prossimità del monumento ai Caduti. Davanti al memoriale dedicato a Stame, il sindaco di Foggia Franco Landella, domenica 24 marzo, alle ore 10, deporrà una corona d’alloro per rinnovare il doveroso e riconoscente tributo a chi operò e morì per consentire a noi tutti di vivere affermando il valore supremo della libertà.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento