TARANTO – Nel primo pomeriggio di ieri, la Sezione Falchi della Squadra Mobile, in collaborazione con la Squadra Volante, ha tratto in arresto Daniele RUOCCO, 48enne tarantino, pregiudicato, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente.

     L’arresto è scaturito a seguito di complessi ed articolati servizi di appostamento e pedinamenti, effettuati nelle ore pomeridiane e serali e per alcuni giorni nei pressi dell’abitazione del RUOCCO, sita in via Duca di Genova.

     In particolare gli investigatori hanno avuto modo di accertare che l’uomo proprio in quelle ore era solito fare la spola dalla sua abitazione ad un vicino circolo ricreativo, frequentato maggiormente da noti pregiudicati; luogo questo dove avveniva la consegna della droga agli acquirenti.

     Maturata la convinzione che il RUOCCO detenesse proprio nella sua abitazione la sostanza stupefacente, nel primo pomeriggio di ieri i poliziotti hanno deciso di fare irruzione nella sua abitazione, senza non poche difficoltà prima di entrarvi.

    Dopo qualche minuto, vista l’insistenza degli operanti, ad aprire la porta è stato il padre, mentre il RUOCCO si faceva trovare a letto manifestando meraviglia per la presenza della polizia in casa propria, mostrandosi peraltro poco collaborativo. Durante la perquisizione, in un mobile della stanza da letto hanno rinvenuto 15 grammi di hashish, già suddivisi in piccole dosi, tre bilancini di precisione e due coltelli ancora intrisi della stessa sostanza. All’interno del bagno, invece, hanno rinvenuto 8 stecche di hashish per un peso di gr. 55. Non convinti del quantitativo rinvenuto, gli operanti hanno proseguito ispezionando accuratamente l’appartamento fino a quando hanno individuato un tramezzo posto nel soffitto dell’ingresso, dove hanno rinvenuto 10 panetti di hashish.

     La droga, per un peso complessivo di kg.1,115 e il materiale utile al confezionamento delle dosi è stato sottoposto a sequestro, mentre il RUOCCO al termine delle formalità di legge è stato associato alla casa Circondariale.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento