TARANTO – Una serie di interventi di somma urgenza investirà numerose strutture scolastiche cittadine. Come annunciato, infatti, venerdì scorso i tecnici della Direzione Lavori Pubblici hanno compiuto un sopralluogo nei plessi “Gabelli”, “Vico”, “De Carolis”, “Deledda”, “Volta”, “Acanfora” e “Leonida”.

Si tratta di controlli programmati da tempo, sulla base delle segnalazioni ricevute dai dirigenti scolastici degli istituti coinvolti, che tuttavia hanno innescato le procedure di somma urgenza che ne consentiranno la rapida risoluzione.

«Dopo l’episodio del “Gabelli” con l’assessore e la direzione llpp abbiamo accelerato anche su tutte le altre criticità – ha spiegato il sindaco Melucci –, perché la nostra priorità è garantire la salubrità degli ambienti scolastici e la sicurezza di chi li frequenta. Si tratta di interventi di lieve entità, ma in grado di migliorare sensibilmente la fruizione dei luoghi che, diversamente, potrebbero restare inutilizzati».

“Nel caso specifico del “Gabelli” – prosegue l’assessore Motolese –  si procederà al ripristino della copertura danneggiata dall’ordigno esploso durante la notte di capodanno, con il contestuale intervento su intonaco, soffitto e suppellettili coinvolti. Lavori simili a quelli da condurre alla scuola “Vico”, dove un altro atto vandalico ha danneggiato il manto di copertura del terrazzo, provocando alcune infiltrazioni.

Anche alla scuola “Acanfora” si procederà con il ripristino del manto impermeabilizzante del terrazzo, per risolvere il problema delle infiltrazioni. Nello stesso immobile, inoltre, si procederà alla riparazione di due portoni d’ingresso, uno dei quali danneggiato da un altro ordigno durante la notte del 1 gennaio scorso.

Alla scuola “Deledda”, invece, sarà definitivamente messa in sicurezza la condotta di adduzione dell’acqua potabile tra il plesso e l’ex alloggio del custode, che attualmente presenta una perdita che compromette l’utilizzo di un ambiente. In entrambe le scuole “De Carolis” e “Volta”, inoltre, si procederà al ripristino della funzionalità della colonna montante di alcuni bagni. L’ultimo intervento programmato sarà alla scuola “Leonida”, con la messa a norma di un quadro elettrico che consente il funzionamento di diverse linee”.

«Tutti i lavori saranno eseguiti senza interferire con il normale svolgimento delle attività scolastiche – ha concluso l’assessore – e comprenderanno anche il ripristino e la messa in sicurezza generale dei luoghi interessati».

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento