MARTINA FRANCA – Lo scorso 29 giugno il personale del Commissariato di Martina aveva tratto in arresto un pluripregidicato a quel tempo ancora minorenne, considerato l’autore – insieme a due suoi complici – di alcune violente rapine compiute nella cittadina della Valle D’Itria.

Gli investigatori erano partiti raccogliendo numerosissime lamentele dalla cittadinanza oramai esasperata dalle azioni dei tre giovani. Numerosi gli atti di violenza gratuita, bullismo e rapine. Nel mese di maggio, i 3 si sarebbero resi responsabili di due distinte rapine ai danni di due giovani, di cui uno minorenne. In quelle occasioni, oltre a colpire le vittime con calci e pugni, avrebbero minacciato i malcapitati con il collo di una bottiglia di birra rotta, pretendendo ulteriore denaro e monili in oro. Nella circostanza avrebbero  tentato di avviare all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti la vittima minorenne (l’articolo completo a questo link).

Le successive indagini hanno consentito di identificare e denunciare in stato di libertà anche i due suoi complici, un giovane albanese di 22 anni ed un ventenne brindisino. Ieri ai due ventenni, su disposizione della Procura della Repubblica di Taranto, è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.

© 2019, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento