FOGGIA –

Nel pomeriggio dell’altro ieri, personale della Polizia Locale di Foggia, impegnato nel servizio di “Street Control”, a seguito di segnalazione da parte di una cittadina, è intervenuto in viale XXIV Maggio per aiutare una donna, F.P., che appariva in stato confusionale e non sapeva più tornare a casa.

Alla richiesta degli agenti di fornire le sue generalità, la signora ha risposto in modo confuso e contraddittorio, facendo confusione tra la sua attuale residenza e quella in cui abitava da giovane.
Gli operatori di Polizia Locale intervenuti, a seguito di una ricostruzione effettuata sulla base delle sue dichiarazioni e di un controllo incrociato con la Sala Operativa, sono riusciti a risalire alle effettive generalità della donna e a contattare i parenti che ne avevano già denunciato la scomparsa.

Poco prima, tra l’altro, il fratello della signora, che non riusciva a mettersi in contatto con lei e temeva fosse stata colta da malore, aveva chiamato i Vigili del Fuoco i quali erano entrati nell’abitazione della donna da una finestra.

Le preoccupazioni dei parenti sono terminate proprio con la telefonata della Sala Operativa della Polizia Locale che li ha avvisati che la signora era stata rintracciata.

 

 

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento