CASTELLANETA  MARINA – Continuano i servizi predisposti dalla Compagnia Carabinieri di Castellaneta, segnatamente nelle località balneari della giurisdizione, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere ed in particolare di quelli relativi all’introduzione e commercio di prodotti con segni contraffatti.

Durante i controlli i Carabinieri della Stazione Temporanea di Castellaneta Marina, hanno arrestato, in flagranza di reato, un 24enne, incensurato, senegalese, regolarmente presente sul territorio nazionale, in quanto ritenuto responsabile di resistenza a Pubblico Ufficiale, introduzione e commercio nello Stato di prodotti con segni contraffatti e ricettazione. I militari, nel corso del servizio notavano il 24enne aggirarsi sul lungomare cittadino con un borsone in spalla; per tali motivi, decidevano di procedere ad un controllo del soggetto il quale, dopo essere stato fermato, nel tentativo di guadagnare la fuga ed eludere il controllo, strattonava uno dei militari. Prontamente bloccato veniva sottoposto a perquisizione personale, all’esito della quale veniva trovato in possesso di numerosi accessori che occultava nel borsone, quali borse e portafogli, riportanti marchi di note griffes, risultati contraffatti.

La merce, del valore di 3.000,00 euro, della quale il senegalese non forniva alcuna giustificazione circa il possesso, è stata sottoposta a sequestro mentre il 24enne, tratto in arresto e, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico, associato presso la Casa Circondariale di Taranto.

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento