GINOSA – I Carabinieri della Stazione di Ginosa, hanno arrestato Rucci Vito, 32enne, pregiudicato, del posto, ritenuto responsabile dei reati di rapina e violazione della misura di prevenzione personale della Sorveglianza Speciale di P.S., con obbligo di soggiorno, alla quale era sottoposto.

L’uomo infatti, alcuni giorni addietro, si sarebbe reso responsabile del reato di rapina, commessa in danno di una 93enne del posto, alla quale avrebbe strappato la catenina d’oro che aveva al collo. I militari della Stazione di Ginosa, intervenuti sul posto, dopo aver raccolto la denuncia dell’anziana donna, sulla scorta della descrizione fornita dalla stessa, si sono adoperati nell’acquisizione delle immagini degli impianti di videosorveglianza presenti in zona, al fine di identificare il responsabile; proprio a seguito di tale attività, i Carabinieri avrebbero riconosciuto Rucci Vito quale l’autore del reato.

L’uomo, dopo essere stato rintracciato, veniva condotto in caserma e, in relazione alla misura di prevenzione personale alla quale risultava sottoposto, tratto in arresto per rapina e violazione delle prescrizioni imposte da tale misura. Il 32enne, dopo le formalità di rito, così come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto. Sono tuttora in corso le indagini finalizzate a recuperare la refurtiva del valore di circa 500,00 euro.

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento