BARI – Avrebbe richiesto 37mila euro ad un pregiudicato con il pretesto di favorirlo in una indagine nella quale era coinvolto l’uomo. Un finanziere, Enzo Cipolla, è stato arrestato il 2 giugno scorso dagli uomini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria delle Fiamme Gialle.

Il militare si era presentato a Triggiano, presso l’abitazione di un pregiudicato, chiedendo a costui la somma di 37.000 Euro. L’uomo ricattato si è subito rivolto ad altri militari dell’arma con i quali ha teso una trappola all’uomo.

La consegna del denaro sarebbe dovuta avvenire il giorno dopo, con il pregiudicato che avrebbe dovuto portare duemila euro contanti, nascosti in un cesto di ciliege, a casa del militare a Casamassima.

I militari, appostati al momento della consegna, hanno dunque arrestato il flagranza di reato il loro collega.

Il luogotenente, dopo l’arresto, è stato trasferito presso il carcere militare di Santa Maria Capua Vetere. Nella giornata di domani si terrà l’udienza di convalida avanti al G.I.P. del Tribunale di Bari. “

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento