SAN PIETRO VERNOTICO/BRINDISI- Nella mattinata di oggi, la candidata a sindaco del Movimento 5 Stelle al Comune di San Pietro Vernotico, dott.ssa Cinzia Carrisi, con la Parlamentare Avv. Anna Macina ed il Consigliere Regionale Gianluca Bozzetti, hanno incontrato presso la Prefettura di Brindisi il Commissario Dott.ssa Olivieri, al fine di avere maggiore contezza sulla situazione riguardante il Comune di San Pietro.

Cinzia Carrisi

Di seguito riportiamo il comunicato stampa:

“Dall’incontro,- si legge nella nota- in maniera inequivocabile é stato confermato ciò che avevamo verificato: la gestione di “Fiscalità Locale SRL” inciderà in maniera determinante sul quadro economico dell’ente; la necessità del rafforzamento della macchina dirigenziale dell’ente e la sua organizzazione; l’urgenza della nomina di una assistente sociale e l’ottimizzazione dei servizi collegati. Conferme circa la bontà dei punti basilari del programma ci confortano per il lavoro svolto. La Lista è composta da professionisti e studenti che hanno deciso di prendersi delle responsabilità, di offrire un’alternativa al paese. Siamo convinti che le esperienze e le competenze, non si acquisiscano solo all’interno dei palazzi ma anche nella società civile, nelle associazioni, con lo studio.”

“Riteniamo- continua – che proprio questo rappresenti la forza di una squadra affiatatissima, unica possibilità per dare un taglio netto con il passato. Già essere estranei alle responsabilità pregresse ma anche alle vecchie logiche partitiche é un valore che nessuno può vantare.
Gli avversari politici potranno ribadire quanto vogliono il mantra delle competenze. Ma i “competenti” sono quelli che hanno lasciato ai cittadini milioni di euro di debiti; sono quelli per i quali gli stessi cittadini pagano 98 mila euro l’anno per un mutuo contratto dall’ente per 30 anni; sono quelli per i quali non abbiamo più un ospedale; sono quelli per i quali abbiamo pagato milioni di euro per un cimitero senza poter usufruire di alcun servizio; sono quelli per i quali sono stati richiesti 1.800.000 euro per l’infrazione circa la mancata bonifica della discarica di Marciaddare; sono quelli che secondo la Corte dei Conti gestivano “Fiscalità Locale Srl” “in modo gravemente irregolare, se non addirittura illecito, pregiudicando fortemente il bilancio dell’ente socio” (deliberazione n. 186/PRSP /2016).
 Sono gli stessi che hanno impoverito un territorio rinnegando la vocazione agricola e turistica che ha sempre contraddistinto il nostro territorio, e che sfacciatamente si presentano come risolutori delle problematiche che loro stessi hanno creato con responsabilità politiche evidenti ed innegabili.
 Noi siamo consci dei problemi creati da codesti signori e siamo convinti, pur nella difficoltà che questo compito comporta, di poter dare un contributo importante nella ripresa del nostro paese, con il supporto del Movimento 5 Stelle, dei Parlamentari e dei Consiglieri Regionali, con cui si continuerà ad avere un contatto diretto, e chissà molto presto con un Governo e dei ministri che possano essere di reale e non fittizio supporto per la nostra San Pietro Vernotico.”

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento