È cosa nota che la Puglia stia investendo in questi ultimi anni nelle nuove tecnologie. Esempi della rivoluzione digitale di cui la Puglia vuole essere protagonista sono le partnership con TIM, Fastweb e Huawei per la rete 5G che arriverà a coprire entro la fine del 2019 la città di Bari. Oppure l’associazione The Qube a Lecce, impegnata nella promozione e nel sostegno dell’imprenditorialità 4.0 con particolare attenzione al mondo delle startup.

 

Il turismo rappresenta da sempre un fiore all’occhiello della Regione con numeri mai così alti come quelli registrati nel corso del 2017. Sulla base dei dati elaborati dalla rete SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico) e ricavati dai più importanti aggregatori per le prenotazioni alberghiere tra cui Trivago, l’anno appena trascorso ha visto crescere l’afflusso turistico nella nostra regione del 4,1%, per un milione e centomila viaggiatori in totale.

E il trend positivo prosegue in questa prima fase del 2018.

I dati provvisori si riferiscono al Gennaio di quest’anno che ha fatto registrare un +6% rispetto allo stesso mese dell’anno predente. Certo il clima favorevole ha contribuito all’aumento dell’affluenza turistica, ma il successo non è stato solo il risultato di una fortunata contingenza meteorologica.

 

In un’epoca in cui la visibilità e la promozione turistica passa inevitabilmente dal web e dalle nuove tecnologie la Puglia si è dimostrata all’altezza della rivoluzione tecnologica che da anni sta rivoluzionando il mondo dell’intrattenimento. Le applicazioni per far conoscere il territorio ai futuri turisti della nostra regione sono molte.

DeepTrip è un’applicazione per smartphone e tablet per conoscere il territorio in maniera immersiva e coinvolgente. Lasciate da parte le vecchie cartine e fatevi catturare dalle splendide foto in 3D per conoscere la città e la sua provincia. C’è poi l’app che consente al viaggiatore di orientarsi tra le numerose offerte di voli degli Aeroporti di Puglia. A portata di click i servizi di fast track e vip lounge daily pass, le rotte, i voli filtrati per fascia oraria e un elenco degli esercizi commerciali presenti negli scali di Bari e Brindisi.

 

Un turismo che cresce e che diventa 4.0 mutuando dal mondo del gioco e dell’intrattenimento strategie di marketing e nuovi sistemi per attrarre i viaggiatori. Sì perché gli strumenti messi in campo dal turismo 4.0 seguono da vicino lo sviluppo dell’entertainment app che negli ultimi anni ha decretato il successo di colossi come Amazon Prime Video e HBO NOW. Grazie ad app dedicate hanno visto crescere i loro utenti del 130% ogni anno, in base ai dati ricavati dal report realizzato dall’azienda di app intelligence Sensor Tower. Stesso discorso per il settore del gaming online dove numerose piattaforme un tempo concentrate sullo sviluppo di giochi per desktop hanno negli ultimi anni focalizzato la loro attenzione sul mondo del mobile. Leader del settore come PokerStars Casino hanno infatti aggiunto alla tradizionale offerta di giochi da desktop app specifiche per intercettare nuovi utenti, non solo mobili.

 

Questa rivoluzione è stata recepita anche in Puglia con l’introduzione di applicazioni turistiche specifiche per intercettare viaggiatori sempre più connessi alla rete, sia in fase di scelta del proprio viaggio, sia durante il viaggio stesso. Le storie raccontate dall’app Sherazade sono un ottimo esempio di come l’antica tradizione del racconto orale può essere perfettamente integrata con le richieste del viaggiatore moderno. Basta scaricare Sherazade per ascoltare le storie legate al territorio: pirati, marinai, streghe e fantasmi entrano a far parte della narrazione turistica del territorio per un viaggio dalle mille e una notte.

Senza dimenticare il nostro smartphone, ovviamente!

Photo by Kaique Rocha / CC0 Creative Commons

 

 

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento