TRANI – Nella notte trascorsa, a Trani, la Polizia di Stato ha sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria due cittadini albanesi, HAKBALLA Veli classe ‘94 e DAPI Vilson classe ‘88, ritenuti responsabili della commissione, in concorso tra loro, del tentato omicidio del connazionale RREDHI Elis classe ’83.

Ieri nel tardo pomeriggio, a seguito di segnalazione giunta presso la Sala Operativa del locale Commissariato, i poliziotti della Volante di zona hanno raggiunto il Pronto Soccorso dove una persona, successivamente identificata per RREDHI Elis, vi si era recata autonomamente con ferite d’arma da taglio al busto.

Dopo i primi soccorsi il RRHEDI è stato trasferito presso il Policlinico di Bari e sottoposto ad intervento chirurgico di asportazione della milza e dichiarato in prognosi riservata, stato in cui tuttora permane.

La successiva ricostruzione degli eventi eseguita dagli investigatori della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato ha permesso di individuare con tempestività gli autori del reato.

Dall’analisi della scena del crimine e seguendole tracce ematiche gli agenti sono risaliti all’abitazione presso la quale i due fermati, dopo aver attentato alla vita del RREHDI, si erano recati per ripulirsi e disfarsi degli abiti intrisi di sangue.

La successiva attività di escussione testimoniale ha condotto dapprima al rintraccio del HAKBALLA, e successivamente all’individuazione ed alla cattura del DAPI prima che potesse dileguarsi.

Si ritiene che l’aggressione sia avvenuta a conclusione di una discussione scaturita per futili motivi.

Ultimate le formalità di rito i due fermati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento