BARI – Nel corso della scorsa notte, alle ore 02.30 una gazzella ha proceduto al controllo di un’auto sospetta ferma su una piazzola della SS.16 sud, svincolo aeroporto. Alla guida vi era un 23enne che, alla vista della pattuglia, ha lanciato dal finestrino un involucro e disperso il contenuto di un altro nei pressi dell’autovettura. I militari hanno recuperato l’involucro gettato e constatato che conteneva una dose di cocaina, hanno deciso di approfondire il controllo con una perquisizione.

Del parere contrario è stato però il giovane, il quale, allo scopo di guadagnarsi la fuga, ha aggredito i militari con calci e pugni, venendo successivamente bloccato.

I militari hanno proceduto quindi alla perquisizione sull’auto ove hanno rinvenivano e sequestrato una maschera raffigurante “Anonimus” in grado di travisare il volto, un passamontagna, due scalda collo di colore nero e due telefoni cellular. La perquisizione veniva estesa anche al domicilio ove venivano rinvenuti e sequestrati:

– gr.3 “marijuana” ,suddivisa in dosi ed idoneo materiale per suo confezionamento (2 bilancini) ed un coltellino con lama intrisa medesima sostanza;

– nr.30 semi di “marijuana” per un peso complessivo di gr. 2 circa;

– una pistola scacciacani alterata mod 315 auto 8 mm priva matricola completa caricatore;

– una pistola giocattolo, priva di tappo rosso, alterata 8 police cal 8 priva matricola priva caricatore;

– una cartuccia completa per arma comune da sparo gfl cal. 9 corto.

Per il giovane scattavano così le manette per resistenza e violenza a p.u., detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di una munizione e di una pistola modificata L’arresto è stato convalidato ed il giovane verrà giudicato nei prossimi giorni con rito direttissimo. Sul suo conto i Carabinieri stanno eseguendo verifiche per risalire all’eventuale illecito utilizzo della maschera e degli altri oggetti rinvenuti in eventi delittuosi avvenuti nella zona.

© 2018, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento