Artboard

PALO DEL COLLE – E’ divampata la polemica per la serata No Gender organizzata da don Pasquale Amoruoso, parroco della chiesa di san Giuseppe a Palo del Colle.

La serata, si articolerà in un concerto-convegno gratuito con il cantante Giuseppe Povia e l’avvocato Gianfranco Amato  in cui si discuterà della “della famiglia naturale uomo-donna e della teoria del gender devastante per i nostri bambini”.

Le polemiche sono divampate in seguito alle parole di Dario Ginefra, Parlamentare Pugliese di Centrosinistra, il quale ha pubblicato su Facebook il messaggio di invito che il Sacerdote ha fatto circolare su Whatsapp nelle ultime ore, criticandolo duramente.

Sopratutto nella parte finale del Post Ginefra è stato molto duro nei confronti di Don Pasquale:“Sono davvero preoccupato che una persona, una qualsiasi persona, possa scrivere simili bestialità, figuriamoci un uomo di fede, un pastore.
Penso che nessuno possa approfittare della propria posizione per diffondere questo tipo di messaggi di odio verso altri esseri umani.
Ho ritenuto giusto pubblicare sulla mia pagina Facebook quanto riferitomi e quanto ho potuto verificare dalla lettura delle parole di Don Pasquale perché ritengo che le autorità ecclesiastiche e forse, persino quella giudiziaria, dovrebbero occuparsene. A mio modesto avviso le sue parole e le sue iniziative vanno ben oltre il diritto dell’esercizio del culto e della libertà di pensiero e di parola.”

Anche la sezione locale di Sinistra Italiana ha condannato l’accaduto:”Abbiamo assistito con stupore e indignazione, al fatto che la Parrocchia di San Giuseppe distribuiva volantini per promuovere un “concerto-convegno” che si terrà a Palo il 1 dicembre con la presenza di Povia e dell’avv. Amato, entrambi noti alle cronache per promuovere l’omofobia e le teorie antigender. I cittadini palesi che credono nelle libertà personali, nel rispetto reciproco e nella tolleranza, devono trovare una risposta ferma e la più ampia possibile, per dire NO a chi vuole seminare odio ed intolleranza nel nostro paese.”

Qualche ora fa è intervenuto lo stresso Povia, che con uno dei suoi video su Facebook ha attaccato i militanti palesi di Sinistra Italiana, dicendo che il loro è un tentativo di limitare la libertà.

Una polemica che attualmente non sembra destinata a placarsi. Non è la prima volta che Don Pasquale si trova al centro dell’occhio del ciclone per simili esternazioni. Ad esempio, qualche anno fa, proprio Don Pasquale dichiarò:”Io non condivido le deviazioni sessuali….chiamatemi pure omofobo. Per me è un vanto!”

Seguiranno ulteriori aggiornamenti

 

© 2017, Andrea Nigro. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento