GINOSA – Durante la decorsa notte, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Castellaneta, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto della criminalità ed in particolare alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, hanno sorpreso ed arrestato, in flagranza, per tentato furto aggravato, un 33enne tarantino con precedenti di polizia.

I militari, allertati dalla Centrale Operativa, si sarebbero recati in uno stabilimento industriale, in agro di Ginosa, dove avrebbero sorpreso il malfattore intento ad asportare numerosi cavi in rame da alcuni pozzetti posti all’interno del cortile dell’opificio.

L’uomo, alla vista dei Carabinieri, avrebbe tentato invano la fuga, cercando di raggiungere il furgone con il quale era giunto sul posto, venendo prontamente bloccato dagli operanti, prima che potesse dileguarsi a bordo del mezzo.

La refurtiva recuperata, del valore complessivo di circa 3.500 euro, è stata restituita al legittimo proprietario.

Il 33enne, tratto in arresto, al termine delle formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, è stato condotto presso la propria abitazione e sottoposto ai domiciliari.

 

© 2017, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento