TARANTO – È morta Maria Domenica D’Ursi, la donna di 74 anni aggredita il 9 agosto mentre era in una delle salette d’attesa per essere visitata al Pronto Soccorso SS. Annunziata.
La donna era stata colpita con un oggetto contundente alla testa da un uomo di 42 anni, Giovanni Maggio, per cui tra l’altro nella giornata di ieri ci sarebbe stata la convalida del fermo da parte del PM Maria Grazia Anastasia.
Maggio era stato rintracciato dagli agenti della Polizia, che lo avevano raggiunto nella sua abitazione, dopo aver visionato i filmati delle videocamere di sorveglianza e aver ascoltato i testimoni presenti, che lo avrebbero visto uscire a passo svelto dalla saletta in cui la donna sarebbe poi stata aggredita.
A quanto pare l’uomo portava sempre con sé un cacciavite ed era stato denunciato nel 2008 dalla moglie, per lesioni personali e maltrattamenti. In quella particolare circostanza l’uomo aveva utilizzato proprio un cacciavite. La denuncia fu poi ritirata dalla donna.
era stata inizialmente dichiarata morta cerebralmente a seguito delle ferite riportate, ma un piccolo segnale dell’elettroencefalogramma, aveva fatto sperare che la donna potesse riprendersi. Entrata in coma nella giornata di mercoledì, la donna è infine morta nella notte appena passata.

© 2017, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento