Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Nociglia hanno posto in essere uno specifico servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, impiegando tutto il personale della Stazione. Il servizio, svolto nel comune sede del reparto, ha portato all’arresto di due 29enni di Torchiarolo, entrambi con precedenti specifici in materia di sostanze stupefacenti.

Intorno alle 16.30 ieri pomeriggio i due, a bordo di una Volkswagen Golf nera, si sarebbero recati a Nociglia per cedere sostanza stupefacente ad un noto professionista nocigliese. I due giovani, stante l’atteggiamento sospetto, considerando che non erano mai stati notati nel comune, e che erano appena usciti dall’abitazione del professionista sopra citato, sarebbero stati prontamente controllati dai militari della Stazione di Nociglia, e visti i numerosi precedenti specifici, sono stati sottoposti a perquisizione personale e veicolare. L’esito sarebbe stato positivo in quanto sarebbero stati trovati in possesso di circa 2200 euro in contanti che i  Carabinieri hanno ritenuto fossero provento della pregressa attività di spaccio. Infatti la successiva perquisizione nell’abitazione del libero professionista avrebbe fatto emergere il ritrovamento e sequestro di circa 30 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina suddivisi in 4 involucri appena acquistata dai due fermati.

In effetti l’acquirente avrebbe successivamente dichiarato di aver acquistato la sostanza dai due pochi attimi prima. Pertanto Emiliano Turco, disoccupato, e Fernando Grassi, operaio, sono stati tratti in arresto con l’accusa di spaccio di cocaina e su disposizione del P.M. di turno, dott.ssa Carmen Ruggero, accompagnati presso la Casa Circondariale di Lecce in attesa del giudizio di convalida.

© 2017, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento