Un 30enne, tabaccaio di Toritto, è stato assolto “perché il fatto non sussiste” dall’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. L’uomo fu fermato ed arrestato dalla Polizia Ferroviaria poiché in possesso di otto grammi di Marijuana, inoltre, in seguito ad una perquisizione effettuata nella sua abitazione, furono rinvenuti altri cinquanta grammi della sostanza.

Il 30enne nell’interrogatorio aveva spiegato agli inquirenti che utilizzava la sostanza per meditare in un’apposita stanza che egli aveva allestito all’interno della sua abitazione. L’uomo si è dichiarato rastafariano, fede religiosa nata negli anni trenta del Novecento, nella quale è prevista come pratica comune quella di pregare fumando Marijuana a scopo meditativo, il GIP convalidò l’arresto ma l’uomo fu subito scarcerato.

Nei confronti del trentenne era stata richiesta una pena di 1 anno e 4 mesi di detenzione, tra 90 giorni verranno pubblicate le motivazione della sentenza di assoluzione. Un caso che sarà destinato a far discutere.

© 2017, Andrea Nigro. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento