Durante un collegamento per il TG1 con il politico Maurizio Gasparri

Una scelta forte ma una scelta dettata dalla fede ritrovata durante le riprese di un cortometraggio.
Niki Giusino, il noto “disturbatore” televisivo tanto temuto dagli inviati giornalisti dei tg italiani, lo aveva annunciato al Quotidiano PugliaPress la scorsa estate.
Adesso quelle parole si concretizzano proprio oggi e il presenzialista televisivo decide di comunicare la sua permanenza  in un convento di frati, “Sant’Egidio” ad Ascoli Piceno, con un video in esclusiva inviato alla nostra redazione.
Subito dopo lo abbiamo contattato telefonicamente per comprendere il perché di una decisione che appare drastica per lo stesso personaggio.

La camera presso il convento Sant’Egidio

«Sto molto bene adesso che sono qua», dice Niki, «e non so nemmeno quanto ci resterò. Ho bisogno di disintossicarmi dalle telecamere. Per me sono diventate come la droga per un tossico. Non posso continuare a vivere pensando a quando sarà la mia prossima apparizione televisiva».
Niki, però, ci spiega di non amare molto la chiesa ma di essere stato avvicinato alla religione  grazie a Papa Francesco.

Giusino, lo ricordiamo, ha iniziato la sua “carriera” nel 2010 comparendo dietro l’inviato del Tg3  durante un collegamento dalla camera ardente del Presidente Cossiga.
Da allora la sua voglia sfrenata di apparire in tv l’ha portato a collezionare oltre 16 mila apparizioni televisive dietro agli inviati dei vari telegiornali italiani.
In molte interviste Niki ha dichiarato di essere il figlio “televisivo” che Maria de Filippi non ha mai potuto o voluto riconoscere.

Durante le riprese del reality “La Fazenda” con Luca Zanella Squaranti e Nina Morić

Niki, mentre resterà in convento,  sarà protagonista in un reality show “LA FAZENDA” girato in Puglia esattamente a Ruffano nel novembre 2016.  Il programma andrà in onda a fine gennaio su CANALE ITALIA.   Nel reality il disturbatore  ha conosciuto un amico ormai diventato fratello
Luca Zanella Squaranti imprenditore veronese ideatore del marchio whitelab che ha dato possibilità di far diventare Giusino  lo “spruzzatore” grazie all’autoabbronzante spray itan.

© 2017, Antonello Corigliano. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento