Si porta a conoscenza con comprensibile gioia e soddisfazione che il paventato ridimensionamento della tradizionale Pira in onore del nostro amato Patrono San Ciro non ci sarà. Pertanto, come per gli anni precedenti, essa si ergerà alta e maestosa a conferma di una tradizione antica e a testimonianza di una devozione sempre viva e attuale.

La pira quest’anno sarà realizzata in Contrada Paparazio. Dopo un intenso lavoro e grazie alla collaborazione di molti, sono state superate varie difficoltà. Rivolgiamo il nostro grazie al Signore e al nostro Patrono San Ciro per aver dato soluzione a una situazione che, per certi aspetti, sembrava ormai compromessa. Più forte delle difficoltà e degli ostacoli è stato il richiamo al cuore e alla sensibilità di chi volontariamente ha voluto mettere a disposizione un ampio spazio in cui, come da tradizione, potremo onorare solennemente la memoria del Martirio di San Ciro. Di ciò siamo particolarmente grati.

Si ringrazia, inoltre, l’Amministrazione Comunale per la piena collaborazione assicurata in questo difficile momento, attraverso la sua giunta e gli uffici comunali preposti, per i lavori necessari alla sistemazione del terreno sul quale verrà innalzata la grande pira. Piace anche rilevare la preziosa e totale disponibilità a lavorare da subito per trovare una collocazione definitiva nella quale poter realizzare annualmente questo grande evento cittadino.

Sappiamo benissimo che la zona Paparazio presenta qualche difficoltà per raggiungerla, ma con il Comando della Polizia Municipale (che si ringrazia) si sta pensando di assicurare un servizio navetta soprattutto per le persone che ne hanno realmente bisogno, e di concentrare il cuore della Festa nelle vicinanze della stessa zona, in modo da garantire a quanti vorranno ammirare da vicino la Pira, anche la possibilità di fare una piacevole passeggiata e soffermarsi alle tradizionali “bancarelle”.

Sarà garantito inoltre un servizio di viabilità tale da non creare disagi a nessuno e soprattutto ai residenti.

Una preghiera rivolgiamo a tutti coloro che in maniera autonoma si recheranno al luogo in cui si svolgerà la Festa: li preghiamo caldamente di essere totalmente uniti e disponibili nel superare con pazienza e con spirito di sacrificio le oggettive difficoltà nel raggiungere la suddetta ubicazione.

Solo così potremo ritrovarci, anche quest’anno, tutti insieme gioiosi per rendere omaggio al nostro amato Patrono.

Evviva San Ciro Martire.

 

IL SINDACO – Avv. Ciro D’Alò

IL PRESIDENTE – COMITATO FESTEGGIAMENTI PATRONALI “San Ciro” – Carlo Santoro

 

Comunicato Stampa

© 2016, redazione. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento