Una partita assurda, che sicuramente resterà per molto tempo nella memoria di Taranto e Gallipoli. Il derby dello Ionio si conclude sul punteggio di 3-2 in favore dei rossoblù, abili a vincere l’incontro al 95′ grazie al sigillo di Gabrielloni. Primo tempo senza segnature, con il Taranto che crea comunque alcune importanti occasioni; il team di Battistini nella ripresa va invece sul doppio vantaggio, firmato Mignogna-Genchi; fondamentale l’ingresso in campo dell’esterno tarantino, autentico trascinatore della squadra. Ma la compagine allenata da Massimo rimonta con le reti di Negro e Di Maira e gela letteralmente lo stadio. Al fotofinish la punta ex Maceratese fa esplodere di gioia gli spettatori presenti, euforici per un successo che permette al Taranto di restare in corsa per le prime posizioni. Infatti sia l’Andria che il Potenza portano a casa l’intera posta in palio; le distanze dalla prima e dalla seconda piazza restano immutate: 9 punti dalla banda di Favarin, 3 da quella guidata da Giacomarro. Ora vi proponiamo l’intera cronaca dell’incontro: al 6′ tiro di Marsili dalla distanza, a lato; al 10′ Santonocito spaventa il Taranto con una conclusione di poco sul fondo. Al 12′ ancora un tentativo di Santonocito, stavolta sopra la traversa; al 17′ Ibojo non arriva per un soffio su una sfera crossata da D’Avanzo, su azione d’angolo. Al 24′ gran lancio di Genchi per Gabrielloni, quest’ultimo anticipa Gabrielli di testa ma manda il pallone sul fondo. Al 38′ sempre Gabrielloni svetta, alto; passano due minuti e Genchi con una botta mancina non inquadra lo specchio della porta. Al 48′ traversone di Marsili, Pambianchi sfiora e il solito Gabrielloni non riesce ad approfittarne, colpendo male la sfera. Ripresa: al 4′ ci prova D’Avanzo, l’estremo difensore salentino respinge; al 9′ Cornacchia sfiora l’autorete, Gabrielli c’è. Dopo 6 minuti tiro-cross di Negro, Mirarco devia con il piede; al 21′ corner di Marsili, Marino si inarca e conclude di testa sopra la traversa. Al 24′ inizia il valzer dei gol: grande giocata di Genchi sulla fascia sinistra, cross in mezzo per Mignogna, che di destro trafigge Gabrielli. Trascorrono solo 4 minuti e i rossoblù raddoppiano: stavolta è Mignogna a servire Genchi, artefice di un bel colpo di testa che si insacca alle spalle del numero uno gallipolino. Per l’attaccante ex Terracina si tratta della sua diciottesima marcatura stagionale. Al 37′ Giglio potrebbe triplicare, Gabrielli para un suo stacco di testa; al 39′ il Gallipoli rientra in partita: punizione calciata da Mangiapane, un indeciso Mirarco ribatte il tiro sulla traversa; sulla palla si avventa Negro, che di testa deposita in rete. Al 43′ choc Taranto: Porcino regala un corner; Mangiapane lo batte nel migliore dei modi, in area rossoblù si scatena una mischia e Di Maira realizza il 2-2. In extremis, al 50′, calcio da fermo di Mignogna, Gabrielli interviene malamente e Gabrielloni sigla il gol che vale tre punti pesanti. Il club di patron Campitiello sarà di scena domenica prossima ad Arzano contro l’Arzanese; Gabrielloni, Ciarcià e Genchi non potranno prendere parte al match, perché saranno appiedati per un turno dal Giudice Sportivo.
TABELLINO
TARANTO 3-4-3: Mirarco; Ibojo (12′ s.t. Vaccaro), Marino, Pambianchi; Cicerelli, Marsili, Ciarcià, Porcino; D’Avanzo (22′ s.t. Mignogna), Genchi (35′ s.t. Giglio), Gabrielloni. A disposizione: Borra, Colantoni, Lecce, Prosperi, Leggieri, Russo. All: Battistini
GALLIPOLI 4-2-3-1: Gabrielli; Gigante, Cornacchia, Rosato, Levanto (39′ s.t. Rizzo); Mariano, Mbida; Canzoneri (10′ s.t. Negro), Santonocito (36′ s.t. Mangiapane), Legari; Di Maira. A disposizione: Costantino, Berteina, Mauro, Portaccio, Marangon, Sopcic. All: Massimo
RETI: 24′ s.t Mignogna (T), 28′ s.t. Genchi (T), 39′ s.t. Negro (G), 43′ s.t. Di Maira (G), 50′ s.t. Gabrielloni (T)
AMMONITI: Ciarcià, Marsili, Genchi, Gabrielloni, Mignogna (T), Mbida, Rosato (G)
ESPULSI: Russo (T) al 14′ s.t. dalla panchina, per protesta
CORNER: 8-2
ARBITRO: Fabio Pasciuta di Agrigento, assistenti Simone Piccirilli e Gabriele Avellani di L’Aquila
RECUPERO: 3′ p.t, 5′ s.t.
NOTE: presenti sugli spalti circa 3500 spettatori; vietata la trasferta ai tifosi del Gallipoli per disposizione della Prefettura. Prima del fischio d’inizio, minuto di raccoglimento per commemorare il direttore di gara di Lega Pro Luca Colosimo, tragicamente scomparso in un incidente stradale.

Francesco Calderone

© 2015, calderone francesco. Tutti i diritti riservati

Lascia un tuo commento

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here